Ad affermarlo un crescente numero di studi, tra i quali quello canadese presentato dalla McMaster University e intitolato “Valutazione dell’impronta globale delle emissioni ICT: tendenze verso il 2040 e raccomandazioni”. In tale ricerca si sottolineava il ruolo di tablet e altri apparecchi hi-tech inserito nella più generale evoluzione dell’inquinamento da prodotti elettronici.

Come citato nello studio canadese il reparto ICT è passato da una percentuale di inquinamento (in termini di emissioni di CO2) dell’1% nel 2007 a una stima al 2020 del 14%. Nello specifico il segmento smartphone passerà dal 4% (dato 2010) all’11% di impatto sulle emissioni mondiali. A questo si somma la crescente necessità di metalli rari per la produzione dei dispositivi elettronici, che da sola pesa tra l’85% e il 95% di quanto emesso dall’apparecchio nei primi due anni (produzione inclusa).

Non soltanto smartphone. Anche le stesse abitudini da “internauti” porteranno pesanti ricadute dal punto di vista dell’impatto ambientale. Secondo quanto riportato i server e i data center sparsi per il mondo richiederanno ingenti e crescenti quantità di energia, tanto da toccare il 45% (rispetto al totale emesso dal settore ICT) di emissioni correlate nel 2020. Questo perché ogni attività comporterà, anche nel caso della più “banale” (ad esempio lo scrolling delle newsfeed di Facebook o Twitter),il lavoro di un apposito server affinché “vada a buon fine”.

Senza tralasciare quelle che sono le variazioni imposte da un modello sempre più orientato agli acquisti online, come spiega da Milena Gabanelli in un’inchiesta realizzata per il Corriere della Sera. Stando a quanto affermato nel rapporto l’e-commerce ha pesato per il 15% (dato 2016) per quanto riguarda le immissioni di plastica nel mercato.

Materiali plastici, ma anche cartone tra gli imballaggi generati da tali soluzioni, che nascondono però un’ulteriore insidia: secondo quanto si legge nell’80% dei casi il trasporto è su gomma, affidato a mezzi di classe inferiore a “Euro 5″.( M.Gabanelli -CdS via Gr.Style)

CONDIVIDI