. Si sviluppa sui muri della città e da qualche giorno si è arricchito di nuove potenzialità espressive che danno nuovavita all’immobilità dei murales. Possono diventare animazioni in realtà aumentata attraverso un’applicazione digitale creata da Bepart: l’opera murale realizzata da un autore, si sdoppia e si «anima» grazie al contributo digitale di un animation designer e di un fotografo. 

La street art trova nuove forme di espressione e l’idea di affidare agli artisti il compito di animare zone cittadine «oscurate» non è nuova. A Torino è attivo dal 1995, il Mau (Museo di Arte Urbana) diretto da Edoardo Di Mauro. Ben 147 opere artistiche hanno trasformato il quartiere operaio di Borgata Campidoglio in un centro di arte attiva - con visite guidate e visitatori stranieri - che ogni anno si rinnova con iniziative anche in altri quartieri torinesi. Info http://www.museoarteurbana.it/  

Spray, pennelli e app  

Il Museo di Arte Urbana Aumentata è un progetto di di Milano Città Aumentata con 14 progetti destinati alla valorizzazione delle aree cittadine Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Niguarda-Bovisa e Qt8-Gallaratese. 

Le opere, realizzate a pennello o con lo spray, scelte e indicate dagli abitanti, sono state rielaborate con un linguaggio diverso creando una nuova opera, sotto forma digitale.  

 Per facilitare i visitatori sono stati predisposti itinerari guidati (prenotazioni su www.streetartfactory.eu/maua/): quando ci si trova davanti all’opera muraria si ne potrà assistere alla sua elaborazione in arte digitale attraverso l’applicazione. Lo stesso accade sfogliando il catalogo edito da Terre di Mezzo in vendita su libri.terre.it e in libreria nel marzo del 2018. Nell’introduzione Chiara Bernasconi (assistente di direzione del per i digital media del MoMa-NY) sottolinea: «Questo esperimento di museo effimero, che nasce e muore con la street art e fa i conti con lo strumento della realtà aumentata, rappresenta la dimostrazione della nostra attitudine a guardare oltre il reale come motore del progresso e rappresenta dunque la nuova frontiera dell’idea di museo.»  

Esperimenti a Palermo  

Street Art Aumentata è un progetto già operativo a Palermo dove si svolgono anche laboratori e attività dedicate ai bambini per sperimentare differenti linguaggi artistici. 

Altre info sul sito di Street Art Factory la piattaforma che permette di localizzare le opere di street art, ottenere informazioni sugli artisti e comprare stampe e serigrafie firmate per supportare progetti artistici e sociali sul territorio.   (I. Cabiati   -La St.)

CONDIVIDI