E' del 25% di plastica ricavata da materiale di riciclo il target annunciato da Volvo a partire dal 2025. L'annuncio segue l'invito ai fornitori dell’industria automobilistica a collaborare più strettamente con i costruttori al fine di sviluppare componenti di prossima generazione che siano il più possibile sostenibili, con particolare riferimento a un contenuto più elevato di materie plastiche riciclate.

Per dimostrare l’effettiva possibilità di realizzare questo ambizioso obiettivo, la Casa Automobilistica ha presentato in anteprima all’Ocean Summit di Goteborg una speciale versione del SUV ibrido plug-in XC60 T8 all’apparenza identica al modello esistente, ma nella quale di fatto molti dei componenti in plastica sono stati sostituiti con parti in materiali riciclati. Ad esempio la console sul tunnel centrale realizzata con fibre e materie ricavate da vecchie reti da pesca e corde nautiche. Il rivestimento del pavimento contiene fibre ottenute da bottiglie in PET e un misto di cotone riciclato prodotto dagli scarti di tessuti dei produttori tessili. Anche per i sedili sono state utilizzate fibre di PET ricavate dalle bottiglie in plastica. Per realizzare il materiale fonoassorbente da inserire sotto il cofano della vettura sono stati utilizzati sedili di vecchie Volvo.

L’attenzione riservata dalla competizione oceanica alla sostenibilità si basa su una partnership con la campagna delle Nazioni Unite per l’ambiente, Clean Seas, orientata a stimolare l’azione concreta attraverso lo slogan ‘Invertiamo la tendenza verso la plastica’.

Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars, ha ricordato il forte impegno del marchio "nella riduzione della sua ‘impronta ambientale’ a livello globale” come testimonia - fra l'altro - la scelta di eliminare gli oggetti in plastica monouso da tutte le sue sedi e dai suoi eventi nel mondo entro la fine del 2019. A maggio Volvo Cars ha annunciato di puntare a raggiungere il 50% di vetture completamente elettriche vendute rispetto al totale delle consegne globali entro il 2025.

Per quanto riguarda le attività operative, Volvo Cars si è posta l’obiettivo di avere una produzione senza effetti sul clima entro il 2025. Nel gennaio di quest’anno, lo stabilimento di produzione motori di Skövde, in Svezia, è diventata la prima unità di Volvo con produzione neutra per il clima. (AdnKr)

CONDIVIDI