Non è certo difficile comprendere le ragioni del boom delle imprese verdi. Non solo i governi stanno mettendo a disposizione incentivi seducenti, ma gli stessi consumatori son sempre più consapevoli, e attratti, dalle aziende eco-friendly. Dopodiché c'è un dato incontrovertibile: è proprio questa la direzione in cui la tecnologia si muoverà a lungo termine — fatto del resto inevitabile, se vogliamo sopravvivere. Man mano che le aziende si tingono di verde, la tecnologia si rende più pratica e a buon prezzo, cosa che la rende sempre più accessibile. Ecco sei delle più affascinanti giovani imprese e startup che stanno cogliendo l'attimo per cambiare il mondo.

Eolico democratico

Le pale eoliche sono ormai uno spettacolo familiare nei paesaggi terrestri e marini di tutto il mondo. Queste strutture gigantesche richiedono grossi investimenti per convertire il vento in corrente elettrica, che viene poi convogliata nella rete nazionale. Finora però i tentativi di sfruttare l'energia eolica su scala ridotta, individuale, sono stati ritenuti impraticabili. Un passo avanti l'ha fatto la NW (NewWind),azienda francese che ha sfruttato la tecnologia 'aeroleaf' per realizzare il 'Wind Tree' — albero del vento, ndt — cioè una turbina eolica abbastanza piccola da poter esser collocata nel giardino dietro casa tua.

L'Aeroleaf è in grado di generare corrente anche con un venticello da 6,4-11,2 kmh, indipendentemente dalla sua direzione, e senza produrre alcun rumore fastidioso. A seconda della collocazione e delle velocità del vento, è in grado di produrre dai 3500 ai 13500 kWh l'anno, cioè abbastanza da garantire all'abitazione l'80 per cento del consumo energetico, o da far coprire a un'auto elettrica 16mila chilometri. Trattandosi di francesi, pure il suo aspetto non è male: somiglia a un'opera d'arte moderna.

Aria fresca

L'azienda tedesca Green City Solutions va alla ricerca di modi per migliorare la qualità dell'aria metropolitana: problema endemico in tutte le città del mondo, visto che — secondo l'Organizzazione mondiale della sanità — a morire d'inquinamento dell'aria sono sette milioni di persone ogni anno.

Siccome gli alberi e le piante in generale sono fra i migliori strumenti d'assorbimento degli agenti inquinanti, è stato proprio questo il punto da cui la GCS è voluta partire. Si sono concentrati in particolare sul muschio: alcuni tipi di esso risultano infatti molto adatti ad assorbire agenti inquinanti quali protossido di azoto e ozono, neutralizzandoli.

Proprio mettendo insieme la forza della natura con le ultime tecnologie hanno realizzato il City Tree. Ha più o meno le dimensioni di un cartellone pubblicitario, si regge in piedi da solo e può essere collocato ovunque in città, ma racchiude la forza di 275 alberi (max),incidendo sull'inquinamento del 30 per cento in un raggio di 50 metri.

Il city tree sfrutta inoltre l'IoT (l'internet delle cose) per raccogliere e analizzare dati sulla qualità dell'aria e sulle sue stesse condizioni. L'azienda è riuscita a sfruttare la propria idea anche in altre situazioni, fra le quali un 'conservatorio mangiasmog" a Cracovia, il cui soffitto è ricoperto del medesimo supermuschio.

Un passo energico

Coerentemente col concetto di smart city, l'azienda britannica Pavegen vuole trasformare i nostri passi in energia. Riflettete per un attimo sulle miliardi di volte in cui i nostri piedi calpestano ogni giorno i marciapiedi delle città. E se una parte di quell'energia potesse essere sfruttata? E se questo ci offrisse anche informazioni in grado d'incidere sui nostri comportamenti di modo da aiutare l'ambiente?

Dopo aver installato l'invenzione in 150 luoghi diversi nel mondo, la Pavegen sta già scoprendo i benefici potenziali per l'ambiente. Quando il passante monta su queste mattonelle speciali, il suo peso va a generare un movimento rotatorio in un generatore elettrico, che va quindi ad accumulare quella corrente fuori dalla rete. Ogni mattonella è inoltre dotata di una tecnologia in grado di trasmettere informazioni in tempo reale su quei movimenti, così da poter analizzare il passaggio dei pedoni — di modo da poterne ottimizzare i percorsi così come si fa per il traffico motorizzato. Non è finita qui: se calpesti quelle mattonelle, fornendo loro energia, in futuro potrai aprire un'app sul cellulare per guadagnare 'valuta digitale' utile a risparmiare sulla tua bolletta. D'altronde l'hai sempre saputo che camminare faceva bene a te all'ambiente.

Quel treno per l'ambiente

Viaggiare col treno viene da sempre considerato più ecofriendly che salire a bordo di un'automobile. Ma l'azienda italiana Greenrail ha fatto un passo avanti, andandosi a concentrare sulle traversine adoperate nella posa dei binari ferroviari. Di solito queste sono fatte di cemento compresso — solo in giro per l'Europa ce ne sono intorno ai 350 milioni. Richiedono manutenzione costante, e ogni anno milioni di esse devono essere rimpiazzate.

La Greenrail invece mescola il cemento ai materiali provenienti da pneumatici fuori uso (PFU) e alla plastica riciclata, rendendole più resistenti e durevoli. Inoltre c'è la possibilità d'integrarvi un piccolo pannello solare, oltre a un sistema ad energia cinetica in grado di generare corrente grazie alla pressione esercitata dai treni di passaggio. Questa traversina della Greenrail — attualmente brevettata in 148 paesi — si prepara a diventare una tecnologia verde rivoluzionaria a livello planetario.

Il fronte domestico

La battaglia per la sostenibilità della nostra vita quotidiana comincia da casa nostra: grazie ai loro ingegnosi monitor energetici i belgi della Smappee sono all'avanguardia. Con le bollette che lievitano, i contatori intelligenti stanno prendendo piede, ma la trovata della Smappee va ben oltre, sfruttando una tecnologia integrata con l'IoT.

Il suo monitor energetico viene collegato alla scatola dei fusibili per poi mettersi in comunicazione con un'app sul tuo cellulare, o su altri apparecchi, fornendoti informazioni in tempo reale su costo e utilizzo, oltre a mostrarti grafici che ne illustrano l'uso a lungo termine e le ore di picco, cosa che permette di meglio comprendere le proprie abitudini di consumo. Grazie alle loro prese, inoltre, potrai spegnere gli elettrodomestici a distanza dall'app. I monitor Smappee del gas e dell'acqua funzionano allo stesso modo, oltre ad avere l'ulteriore vantaggio d'avvisarti in presenza di fughe. In ultima analisi si può aspirare a una riduzione della bolletta del 30 per cento.( R. Bright/trad. S. Pitrilli - Huff. Post)

CONDIVIDI