Per tutti l’estate è sinonimo di caldo, per molti di condizionatore perennemente acceso. Ma è possibile combattere le ondate ripetute di calore asfissiante rinunciando all’aria condizionata? La risposta è sì, con qualche piccolo trucco che permetterà di placare la propria, saggia coscienza ecologica evitando sprechi energetici risparmiando, al contempo, sulla bolletta della luce.

  1. Installare delle tende da sole o posizionare degli ombrelloni su balconi e terrazzi: la temperatura aumenta a causa della quantità di sole che entra dalle finestre (tra il 65% e il 77% a seconda dell’esposizione).
  2. Spegnere gli elettrodomestici che non vengono utilizzati: oltre a consumare inutilmente energia, scaldano l’ambiente.
  3. Riempire gli spazi esterni (balconi, terrazzi, giardino) di piante e rampicanti aiuterà a schermare e assorbire parte del calore. I cosiddetti “tetti verdi” sono ottimi isolanti naturali.
  4. Abbassare le tapparelle nelle ore più calde del giorno, in modo da creare ombra e riparare l’abitazione dai raggi solari. Durante i picchi d’afa è opportuno chiudere anche le finestre: può sembrare un controsenso, ma servirà a non far entrare aria umida in casa. Spalancare i vetri nelle prime ore del mattino o durante la notte permetterà, invece, di rinfrescare le stanze.
  5. Consumare cibi freschi e ricchi di acqua. Evitare l’uso del forno e limitare il più possibile l’utilizzo del piano cottura. Prediligere ricette che non necessitino di tempi di cottura elevati.
  6. Bere molto per mantenere il corpo idratato.
  7. Preferire il bianco per le tende da interno aiuta a riflettere i raggi del sole.
  8. Fare una doccia tiepida prima di coricarsi abbasserà la temperatura corporea.
  9. Anche i pediluvi, ripetuti all’occorrenza, sono alleati preziosi contro il caldo: bastano 15 minuti per dare sollievo e rinfrescare gli arti inferiori e tutto il corpo.
  10. Coibentare la propria abitazione. In particolare isolare le superfici più esposte ai raggi solari.

Si tratta di rimedi semplici, alla portata di tutti e suggeriti dal buon senso ma che, in un’estate che promette nuove settimane roventi, possono fare la differenza. Provare per credere! (NonSoloAmb.)

CONDIVIDI