E’ stata presentata al Salone Nautico di Genova l’ultima creazione in casa Repower. Si tratta di RepowerE, tra le prime barche a poter vantare una motorizzazione “full electric” ed evoluzione cabinata di un’imbarcazione aperta. Un nuovo arrivo che può però contare su due sistemi di ricarica veloce collaudati e appezzati come Palina e Bitta.

RepowerE rappresenta inoltre la naturale evoluzione dell’approccio alla mobilità elettrica firmato Repower, che il marchio ha denominato “Homo Mobilis“: un’idea che raccoglie “diversi prodotti, soluzioni digitali e modelli innovativi che sono diventati best practice”. Un percorso iniziato già nel 2010 con la consegna di una delle prime auto elettriche in Italia, targata appunto “Powered by Repower”.

Dopo 8 anni l’inserimento di vetture 100% elettriche è ormai pienamente accettato nel comparto auto, grazie anche alle nuove soluzioni presentate in ambito energetico e ICT. Un settore quello della nautica che è ormai pronto a un’apertura definitiva verso la mobilità elettrica, orizzonte sul quale è pronta a impegnarsi Repower con la sua RepowerE e il suo approccio “Homo Mobilis”. Come ha dichiarato Fabio Bocchiola, Country Manager Repower Italia:

Il lungo viaggio di Repower nella mobilità elettrica si arricchisce di una nuova e significativa tappa, grazie a RepowerE, l’unica barca full electric presente al Salone Nautico di Genova. Si tratta dell’evoluzione cabinata di un’imbarcazione aperta, tra le prime del suo genere nel settore, attiva da tempo e con successo nell’ambito turistico sul lago di Garda. Oggi, con RepowerE, Repower si conferma un player di riferimento nella rivoluzione elettrica che sta iniziando a coinvolgere, dopo l‘automotive, anche il settore nautico, puntando così a diffondere la nostra visione di sostenibilità a 360°.

RepowerE presenta una potenza motori assorbita di 2x23kW (1600 rpm) e una potenza motori all’elica di 2x20kW (1600 rpm),mentre in dotazione è fornita una batteria Panasonic al litio con capacità 2 x 20,46 kWh (48V). L’autonomia a vuoto è oscilla tra i 60 minuti (a 13 kn) e i 1800 minuti (a 4kn),mentre si stima intorno ai 400 primi con un’andatura di 7 kn. A pieno carico i valori sono rispettivamente di 60, 300 e 1600 minuti.

Per quanto riguarda i tempi di ricarica, variabili in funzione del sistema utilizzato, RepowerE può essere riportata a piena disponibilità energetica in 240 minuti (Modo3) o 360 minuti (400V),mentre i tempi in caso di potenza domestica (230V) si attestano sulle 16 ore. Per una ricarica all’80% sono invece sufficienti 180 minuti nel primo caso, 270 nel secondo e 10 ore nel terzo. Il costo per l’operazione si aggira intorno ai 6 euro.

In dotazione a RepowerE anche, tra gli altri, luci di navigazione LED secondo COLREG, comandi elettrici con sistema B-LINK, tetto alzabile elettricamente, Dati Battery Management System in remoto, impianto inverter 220 da 1500 W. (Gr. Style)