È stata presentata alla Galleria degli Uffizi la ricomposizione del trittico di Antonello da Messina, comprendente la "Madonna col Bambino" e il "San Giovanni Evangelista", già presenti nel museo fiorentino, più il "San Benedetto" di proprietà della Regione Lombardia e proveniente dalle Civiche Raccolte d’Arte, Pinacoteca del Castello Sforzesco di Milano.

Grazie ad un accordo siglato lo scorso 23 ottobre tra il MiBACT, la Regione Lombardia e il Comune di Milano, il gruppo di opere di Antonello da Messina sarà riunito nella Sala 20, al secondo piano della Galleria, dove rimarrà per 15 anni.
In cambio la "Madonna col Bambino e un angelo" del pittore bresciano Vincenzo Foppa, appartenente agli Uffizi, sarà esposta per lo stesso periodo di tempo nella Pinacoteca del Castello Sforzesco.

Ad incoraggiare l’azione di uno scambio culturale di tale valore è stata la piccola mostra allestita al Museo Bagatti Valsecchi di Milano nell’ambito del programma di Expo in Città che ha riunito il trittico e la Madonna di Foppa offerta dagli Uffizi. Un’occasione per fruire dell’unità di un capolavoro di Antonello da Messina altrimenti mutilato che adesso, grazie ad un'esemplare sinergia si prolungherà nel tempo permettendo al grande pubblico di ammirarne la bellezza. (L.S. Arte.it)

 

CONDIVIDI